Commenti a: Consiglio comunale aperto. Una pagina storica per la città. http://www.scordia.info/consiglio-comunale-aperto-una-pagina-storica-per-la-citta/ Testata giornalistica online di informazione Thu, 23 Oct 2014 07:53:00 +0000 hourly 1 Di: Francesco Guglielmo http://www.scordia.info/consiglio-comunale-aperto-una-pagina-storica-per-la-citta/#comment-8850 Mon, 12 Sep 2011 21:41:02 +0000 http://www.scordia.info/?p=19479#comment-8850 Caro Ferrando,
non ho alcuna remora ad “essere riconosciuto” e non mi pare che con Milluzzo ci sia stato alcun diverbio se non su una questione “temporale” relativa al periodo delle sue amministrazioni (che auspico si chiarisca, come ho scritto, con un’operazione verità da parte di quest’amministrazione che ha in mano le “carte” e può definire di chi sono le responsabilità, chiudendo definitivamente così “radio fante”). Io provo sempre a scrivere commenti argomentati e, per quanto possibile, non offensivi anche se critici, cose che posso ripetere ovunque e “di persona” a chiunque. Una volta mi avevi chiesto di “scinniri da macchia” ed essere più concreto. Nel commento di “prima” ho provato a fare, in questa sede, alcune proposte concrete. Sono le mie idee a proposito del problema in discussione e non pretendo che siano le sole o quelle giuste: chiunque può criticarle o avanzarne altre, sempre però che siano realizzabili nei fatti e non “sogni” campati in aria.
Per me le strade sono due: rinegoziare il Piano 2011 (annullando l’aumento) e/o rilanciare il servizio nel modo che ho descritto.
Se avere delle proposte “non rivoluzionarie” per te vuol dire essere collaborazionisti del “padrone” come se il servizio di cui stiamo parlando non interessasse tutti i cittadini e come se non fosse interesse di tutti averne uno migliore (che quest’amministrazione non è stata e, ritengo, non sarà in grado di mettere in piedi), allora aspetto di vedere altre “vie” efficaci per risolvere radicalmente il problema ed assicurare ai nostri concittadini il paradiso (“a spazzatura a Scordia nun si pava picchì a pava u cumuni”).

Domani sera sarà un’altra storia, un altro luogo, un’occasione che tutti cercheranno di sfruttare pro-domo sua. Per le chiacchiere (che volano) e per commenti scritti (che restano) ci sarà tempo.

]]>
Di: Ferrando Carmelo http://www.scordia.info/consiglio-comunale-aperto-una-pagina-storica-per-la-citta/#comment-8849 Mon, 12 Sep 2011 17:57:21 +0000 http://www.scordia.info/?p=19479#comment-8849 SE ME LO DICEVI PRIMA (Enzo Iannacci). “Eh, se me lo dicevi prima,come prima,ma sì, se me lo dicevi prima,ma prima quando,ma prima no,Eh, si prendono dei contatti,faccio una telefonata,al limite faccio un leasing,se me lo dicevi prima,ma io ho bisogno adesso, sto male adesso,ma se me lo dicevi prima,ma io ho bisogno di lavorare, io sto male adesso,eh sto male e sto bene macché il lavoro e mica il lavoro,bisogna saperlo prima che dopo non c’è lavoro, prima, capito,se me lo dicevi prima ti dicevo che noi abbiamo bisogno della gente giusta,tra l’1,60 l’1,60, tra l’1,60, capito,cioè ho capito che quando uno sta male deve arrangiarsi da solo.”Caro Guglielmo,dovevano dirlo prima che “Una cosa è far Politica e altra cosa è Amministrare”,dovevano farlo prima,come promesso,di rompere con Kalat,dovevano dirlo prima che gli Assessori sarebbero stati lì “PPI CUMPARSA”,dovevano dirlo prima quali sono stati i contrasti con l’Assessore che lanciò “LA DIFFERENZIATA”,se le ‘Micro discariche’ rientrano nel piano o no,se l’addizionale ECA è dovuta o no,dovevano dirlo prima che non hanno un Assessore degno di avere la delega alla Tarsu,visto che se l’è riservata il Sindaco,dovevano dirlo prima che il metodo giusto ed eticamente perfetto per l’avvicendamento degli assessori è quello di un leale combattimento e “Cu resta addritta,vincia”,di modo che “col c….”.mi avrebbero ‘scippato’ il voto. Dobbiamo essere “SERI”? Noi siamo SERISSIMI,Determinati,Incazzati e Indignati!Leggo sempre con ammirazione i tuoi commenti,ma sinceramente parlando quest’ultimo,mi sembra quello di un ‘Burocrate’che spaventato d’essere stato riconosciuto(vedi richiamo Milluzzo),tenta di accattivarsi il compagno ed il padrone.”I PASTICCI” dell’ultima ora non ci piacciono,né c’interessano,specialmente se il sospetto che questa vertenza ha gli stessi connotati della “fregatura” della Tributi Italia(la vertenza è stata chiusa con 250.000,00 euro su 800.000,00 che ci dovevano)e chi ‘PAGA’ è sempre e SOLO la Cittadinanza. BABBI,na vota!Se vuoi contribuire alla causa presentati “allo sportello”,fai il tuo bello intervento e poi vediamo Chi ha intenzione di ingannare i Cittadini e Chi vuole,SERIAMENTE, che la Gente venga rispettata. Penso che domani sera avrai preso qualche altro impegno,forse “SE TE LO DICEVO PRIMA”……’Ntantu,saltamu e cacciamu e ti salutu e sono………..

]]>
Di: Francesco Guglielmo http://www.scordia.info/consiglio-comunale-aperto-una-pagina-storica-per-la-citta/#comment-8847 Mon, 12 Sep 2011 12:19:05 +0000 http://www.scordia.info/?p=19479#comment-8847 Salute.
La scadenza del consiglio comunale del 13 si avvicina e allora, visto che si tratta di un consiglio “aperto”, avanziamo alcune proposte concrete sulla TARSU e sul Servizio Ambientale.
LA PRIMA PROPOSTA. Rivedere con Kalat il Piano Annuale di igiene Ambientale, alla luce dei 200.000,00 euro in più fino ad ora non giustificati in maniera “convincente” o, se volete “realistica”.

LA SECONDA PROPOSTA. Ammodernare il servizio ambientale. Scordia un tempo era un Comune all’avanguardia in tanti “servizi” ai cittadini (es. il primo servizio anagrafe informatizzato, o per i servizi sociali). Recuperiamo questo orgoglio di “primato” e proviamo ad avere un servizio di igiene ambientale da “primato”. Questo obbiettivo è più che realistico, visto i soldi che paghiamo (ai livelli più alti in Italia, basta vedere tutti gli studi in materia), e considerato che KALAT (fino a quando sarà in vita) si vanta di essere uno degli ATO più efficienti in Italia (vero?).
Veniamo al concreto. La proposta da portare in Consiglio dovrebbe essere quella di approvare un OdG che impegni l’Amministrazione sui seguenti obbiettivi:

1. Raddoppio della differenziata dall’attuale 29,94% (Dati Kalat) al 60% (obiettivo non impossibile visto che ad esempio Militello viaggia attorno al 54% e i comuni del resto d’Italia dove la differenziata funziona è posizionata attorno al 70%).
2. Passaggio, nel prossimo esercizio o nell’altro ancora dalla TARSU (Tassa) alla TIA (Tariffa). La TIA infatti incentiva la differenziata, premiando chi effettivamente produce meno indifferenziato e meno “umido” (quello più costoso da smaltire 113,003 Euro/tonnellata).

Funzionali a questi obbiettivi dovrebbero essere:

3. Aumento del personale della “polizia ambientale”. Controlli in video sorveglianza delle “isole ecologiche” (per evitare che continui l’abitudine di ammassare sacchetti fuori dai cassonetti).
4. L’avvio di campagne di informazione e di sensibilizzazione dei cittadini da realizzare più volte nel corso dell’anno (e non è vero che ogni campagna debba costare 20.000,00 Euro) insistendo nella collaborazione con le scuole (i bimbi possono essere la coscienza ambientale dei loro genitori).
5. L’ammodernamento della raccolta porta e porta e dei cassonetti con sistema a scheda magnetica e codice a barre che individua il contribuente che sta conferendo la differenziata, creando delle Isole Ecologiche possibilmente sotterrane e a prova di “fetore” in cui i cittadini, oltre al porta a porta, possono depositare il sacchetto (pesato).
6. La riduzione al minimo dei cassonetti dell’indifferenziata.
7. Fissare gli obbiettivi 1 e 2 fra gli obbiettivi dati al Dirigente ad inizio anno, con conseguente rimozione dello stesso dall’incarico dirigenziale nel caso in cui non vengano raggiunti.
8. IMPEGNARE L’AMMINISTRAZIONE A RENDERE PUBBLICA, (attraverso il sito istituzionale del Comune) OGNI DELIBERA, INTEGRALMENTE per consentire ai cittadini il controllo democratico dell’attività amministrativa in tema di rifiuti e non solo (E NON COME STA AVVENENDO PER IL BILANCIO tenuto NASCOSTO).

Qualche numero a supporto. Il raddoppio della differenziata comporterebbe (in base alle quantità previste per il 2011) di passare da 1.397.976 di differenziata attuale a 2.801.400 con un risparmio per il conferimento (passando dalla discarica al centro di compostaggio di Caltagirone) di 61.333,82 Euro a cui si aggiungerebbe il risparmio della riduzione del numero dei cassonetti (un cassonetto della indifferenziata costa 872,47 Euro all’anno). Considerato che attualmente ne sono previsti 200 il risparmio dei cassonetti sarebbe di 174.493,29 se si eliminassero tutti. Ma un risparmio integrale non è possibile perché anche l’aumento della differenziata ha un costo. Quindi stimiamo che dall’eliminazione dei cassonetti, dalla loro sostituzione con delle “isole ecologiche” moderne,dall’aumento del porta a porta, un risparmio della metà (circa 80.000,00 Euro all’anno).

Ma il nocciolo della questione non è questo: con i 3,10 Euro/mq che attualmente paghiamo (se proprio non si vogliono ridurre) potremmo avere un servizio all’avanguardia, che porterebbe a notevoli risparmi anche in sede di definizione della TIA. E questo passaggio darebbe un vero incentivo a chi “differenzia” l’umido (quello che costa di più smaltire: 113,003 Euro/tonnellata), con una probabile riduzione complessiva dell’umido prodotto e quindi del costo complessivo del servizio. Senza considerare che le persone “sole”, soprattutto gli anziani pagherebbero veramente poco.

Ce la facciamo ad essere “seri” qualche vota in questa città? (=tirare tutti la corda dalla stessa parte, non raccontare balle e mettere da parte l’apparenza politica o il petto gonfio della paternità di cose che altrove sono quotidiana normalità) .

]]>
Di: Ferrando Carmelo http://www.scordia.info/consiglio-comunale-aperto-una-pagina-storica-per-la-citta/#comment-8837 Sun, 11 Sep 2011 10:51:36 +0000 http://www.scordia.info/?p=19479#comment-8837 INDIGNATI
Le Mille Firme serviranno eccome e diventeranno 10 mila se da parte del Governo della Città non si vedrà la disponibilità,per l’immediato,tramite un documento d’indirizzo approvato dal Consiglio Comunale,a rivedere al ribasso le tariffe della Spazzatura e il numero degli Assessori.Al momento da studi fatti si può fare e si deve fare.Rispetto ai funesti scenari futuri che la Manovra Governativa fa intravedere dovrebbe far riflettere Chi vorrebbe governare COMUEGGHIE’ e Chi vuole mantenere un SISTEMA Politico che toglie ai Poveri per mantenere un 20% di Italiani Ricchi.Altro che semplicemente VIGILARE(condivido u Cappellaio),forse non s’è capito che occorre cambiare completamente Sistema,perchè quello attuale è saturo e fallimentare.Tanto per sfatare questo mito dell’evasore,vorrei ricordare a Chi ha,in qualche modo,governato questa Città che esistono i Tabulati della Tarsu e dell’Acqua,con tanto di Nome, Cognome,Via,Numero di Porta,numero del telefono,del telefonino,del fax,il gruppo sanguino,la contrada,la frazione,a ‘njuria ed i numeri di codice de “I PUNTATURI” di chi non ha pagato.Mi risulta che Chi,finora,ha “salvato” i Bilanci,sono quei Cittadini che hanno sempre pagato e che ora non ne possono più,anche loro tenderanno,di questo passo,ad evadere.Oppure spiegate alla Gente perchè per appartenere ad un Pubblico Consesso debba pagare sempre il SOLITO NOTO.Mi raccumannu “UOCCHIU VIVU” e salutamu e cacciamu……

]]>
Di: Santi Meli http://www.scordia.info/consiglio-comunale-aperto-una-pagina-storica-per-la-citta/#comment-8835 Sun, 11 Sep 2011 07:50:04 +0000 http://www.scordia.info/?p=19479#comment-8835 Oggi, aggiungiamo che sono necessari argomenti seri e non “pernacchie gratuite” sul costo e sui segmenti che investono il problema. Diciamo solamente: “Ma era necessario tutto questo aumento?” Agli utenti diciamo: paghiamo tutti e paghiamo meno. E’ giusto o poco realistico? La risposta ai giovani impegnati in politica. Infine, osserviamo che non si discute abbastanza su ogni decisione da prendere, oppure si decide con grandi limiti. Chi si ricorda di quel 2,47 per mq.? Certo, era l’Amministrazione di Salvatore Agnello per l’anno 2006. Assessore alla spazzatura: Perché non si verifichino bene tutti gli elementi? Studiare non è un difetto, anzi… Ciao a tutti e speriamo che le 1.000 firme servano a qualcosa, anche se abbiamo molti dubbi rispetto ai soggetti destinatari. Ciao ancora. Santi Meli

]]>