Commenti a: E’ scontro aperto tra sindaco e consiglio comunale. http://www.scordia.info/e-scontro-aperto-tra-sindaco-e-consiglio-comunale/ Testata giornalistica online di informazione Thu, 23 Oct 2014 07:53:00 +0000 hourly 1 Di: Francesco Guglielmo http://www.scordia.info/e-scontro-aperto-tra-sindaco-e-consiglio-comunale/#comment-44770 Fri, 02 Nov 2012 16:11:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=29811#comment-44770 Salute.
L’altro giorno è stata scritta una delle pagine più brutte della storia amministrativa di Scordia. Un Consiglio Comunale non è stato in grado di decidere autonomamente del futuro di questa città, demandando ciò ai “tecnici” che presto verranno nominati. Un’interruzione di democrazia (l’”eletto” è tale perché ha chiesto ai suoi concittadini il consenso per rappresentarne gli interessi negli organi istituzionali) che metterà il futuro di Scordia nelle mani o meglio nei “fogli elettronici” di tecnici estranei (e quindi disinteressati) alla realtà del nostro Comune.

Detto questo, va chiarito che le responsabilità non sono solo del Consiglio. Un’amministrazione non può portare un bilancio preventivo (e gli atti propedeutici come la delibera IMU) a conoscenza del Consiglio il giorno stesso o il giorno prima dell’approvazione. L’Atto amministrativo più importante di un Comune, l’approvazione del Bilancio preventivo, non si può trattare come una delibera qualsiasi sulla base del semplice fatto che, si dice, non vi sono margini di manovra: i margini di manovra potevano trovarsi, in un bilancio di 12 milioni di Euro, in una situazione come quella descritta dal Sindaco in cui i debiti pregressi sono quasi tutti consolidati, i residui attivi inesigibili sono stati cancellati, e sono stati raggiunti tanti risultati finanziari come quelli descritti dal primo cittadino.

Quale prospettiva si apre adesso? Quanto inconsapevolmente o volontariamente si è aperta la strada alle scelte “tecniche” che certamente con l’arrivo del “commissario” saranno effettuate a noi non è dato sapere. Possiamo solo provare a vedere quali scenari abbiamo innanzi.

Innanzitutto il Commissario predisporrà un Bilancio preventivo 2012 da sottoporre al Consiglio, il quale se non provvederà all’approvazione andrà incontro allo scioglimento. Ma il Commissario potrà predisporre un bilancio in mancanza delle entrate dell’IMU addizionali, che egli non può in nessun caso aumentare relativamente a quest’atto? Tutto da vedere. Se non fosse possibile egli potrà in ogni caso proporre all’approvazione del Consiglio, una delibera in cui si fa richiesta di accedere alle misure del recentissimo Decreto 174/2012. Se il Consiglio dovesse bocciarla allora si andrebbe al “dissesto”.
Tale Decreto 174, detto anche salva-comuni , modifica, rendendole meno invadenti, le condizioni di risanamento degli enti “strutturalmente” deficitari destinati altrimenti al dissesto finanziario, introducendo nel Testo Unico Enti Locali un nuovo articolo (il 243 bis) che prevede la “procedura di riequilibrio finanziario pluriennale” la quale, in sintesi, a fronte di precisi impegni del Comune permette l’accesso al “Fondo di rotazione per assicurare la stabilità finanziaria degli enti locali” fino ad un massimo di 100 Euro per abitante (quindi a Scordia toccherebbero 1.700.000 Euro circa).

Il punto è capire se e fino a che punto siano “sostenibili” (e qui il grande misfatto amministrativo consumato in questi giorni) questi impegni da parte dei “cittadini” di Scordia.
Innanzitutto si dovrà mettere mano agli 8 parametri che, se violati, rendono l’ente “strutturalmente” deficitario. Fra questi, quello che può “mordere” di più sulla pelle di un certo numero di concittadini è quello relativo al rapporto fra “spese correnti” e spese “per il personale” che deve essere contenuto entro il 39% della spesa corrente. Ora, il Comune di Scordia sfora abbondantemente questa percentuale, specie da quando una circolare ministeriale impone di conteggiare nelle spese per stipendi anche la parte degli stipendi dei “contrattisti” a carico del Comune. Le scelte di un “tecnico” le lascio immaginare a voi. Ormai però il percorso è tracciato e non si torna più indietro.

Gli altri 7 parametri fanno riferimento alle “entrate” del Comune. Quindi, in caso di squilibrio la strada che seguirà il “tecnico” sarà quella di aumentare le entrate (l’innalzamento delle aliquote diventa possibile in sede di predisposizione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale, anche fuori tempo se autorizzato dal ministero) per riequilibrare i parametri contabili.

Altre misure previste dal decreto sono la “rigorosa revisione della spesa con indicazione di precisi obiettivi di riduzione della stessa”. Sarà possibile accendere mutui, solo dopo aver elevato al massimo le tasse e aver messo sul mercato tutti i beni immobili non strategici. I servizi erogati dal Comune (specie quelli per le politiche sociali o la pubblica istruzione) dovranno costare il 10 per cento in meno. Non sarà poi possibile produrre più i cosiddetti debiti fuori bilancio: in pratica, i lavori di somma urgenza potranno essere effettuati solo e se ci sarà la disponibilità di cassa ma senza che questi diventino nuovi debiti.

In questa situazione vengono salvaguardati solamente i creditori, in quanto i loro crediti nei confronti comune (compresi i debiti fuori bilancio) non vengono “scontati” come nel caso di dissesto finanziario; le indennità di carica degli amministratori e i gettoni di presenza, che continueranno ad essere corrisposte come da previsione di legge. Mentre potrebbero subire un decurtamento sostanzioso i “fondi per il finanziamento della retribuzione accessoria del personale dirigente e di quello del comparto”.

Sulla sostenibilità, specie “sociale”, di questo scenario ognuno può esprimere le proprie valutazioni. Da parte mia avrei preferito che gli organi istituzionali e coloro che, eletti, in essi mi rappresentano, fossero andati fino in fondo responsabilmente, individuando le soluzioni idonee (non necessariamente le migliori, anche a costo di qualche sacrificio personale, prima di tutto loro e poi dei cittadini) per evitare a Scordia un destino fatto di “numeri” prodotti da tecnici, per i quali ogni cittadino è “una unità” anziché una “persona”.

]]>
Di: samuele francesco http://www.scordia.info/e-scontro-aperto-tra-sindaco-e-consiglio-comunale/#comment-44765 Thu, 01 Nov 2012 22:44:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=29811#comment-44765 Ma questo sindaco e molto bravo a farsi solo dei complimenti a se stesso parlando d’aumento sulla differenziata a Scordia, sulla piscina comunale x il risparmio energetico grazie ai pannelli solari, sul campo sportivo per essere stato rimodernato, e tante altre cose che sono state fatte.

Ma il nostro caro sindaco si dimentica che dietro tutto questo c’è stato
soprattutto il lavoro di persone come “Assessori – consiglieri” che all’inizio della legislatura si sono impegnate con il cuore e con l’anima per portare avanti questi progetti, con l’intento onesto come nel caso della DIFFERENZIATA di fare risparmiare i cittadini di Scordia sulla TARSU. Ma così non è stato, bene gradirei che ci spieghi il perchè la TARSU
è sempre aumentata negli anni anziché diminuire, con la beffa che non si pulisce nemmeno il paese. Penso che OGGI forse ci può dare una spiegazione in più considerato che è stato nominato presidente della nuova Kalat Ambiente SSR società consortile che si occuperà della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nell’area calatina, come se prima non se n’occupava, ………sbaglio o era membro del consiglio di Kalat. per quanto riguarda la maggioranza e il resto del consiglio penso che forse e meglio che se ne vanno tutti a casa, considerato che sono troppo pochi quelli che si impegnano per il ruolo che coprono.

]]>
Di: Francesco Gherardi http://www.scordia.info/e-scontro-aperto-tra-sindaco-e-consiglio-comunale/#comment-44764 Thu, 01 Nov 2012 20:44:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=29811#comment-44764 UN SINDACO “NON POLITICO” CHE HA PRESO TUTTI I VIZI DELLA POLITICA

Considerando che siamo in tema di bilancio esporro le mie umili riflessioni sull’argomento trattato, mettendo a confronto le previsioni e le promesse politiche del candidato Sindaco Angelo Agnello e le stesse riflessioni che a consuntivo vengono fatte dal Sindaco Agnello, sulla natura politica della propria maggioranza. Un prima e un dopo, proprio come fanno i bravi architetti quando mettono in mostra un abitazione ristrutturata prima e dopo.

BILANCIO DI PREVISIONE (le buone intenzioni) DEL NON POLITICO CANDIDATO SINDACO AGNELLO
Quando ho espresso il mio pensiero in occasione dei tanti cambi e nomine di assessori – dopo appena 10 mesi – criticavo il metodo del “Tanticchia all’unu” le continue rimodulazioni di deleghe. Metodo che lo stesso Sindaco (che si definisce un non politico) aveva criticato fortemente in campagna elettorale nel giugno 2008. Proprio perchè si definiva “un non politico” aveva detto a chiare lettere, da cambiare il modo di fare politica niente ricatti al Sindaco o si va tutti a casa, niente girandola di assessori, niente consiglieri comunali che vengono a bussare per chiedere, con la minaccia del passaggio all’opposizione o peggio della sfiducia al Sindaco come arma di ricatto.

CONSUNTIVO (i fatti e i comportamenti) DEL SINDACO AGNELLO E DELLA SUA MAGGIORANZA POLITICA.
In oltre 4 anni ben 17 assessori nominati per accontentare un po tutti gli appetiti, organi di controllo utilizzati come cassa di compensazione per gli equilibri interni della maggioranza, presidenza e vice presidenza del consiglio alla maggioranza, ecc. ecc, ma queste sono chiacchiere che contano poco. Il Rendiconto del metodo e il giudizio politico sulla maggioranza che ha retto fino ad oggi Scordia, viene fatto dal Sindaco:……..”Una maggioranza gattopardiana che quando doveva votare per i problemi tutti loro o battere cassa hanno trovato sempre la quadra, mentre quando si dovevano votare problemi della città quali le modifiche al regolamento edilizio o il bilancio di previsione hanno trovato scuse fantasiose”………….. Incredibile, queste non sono le dichiarazioni di un consigliere di opposizione, di un sindacalista, di un cittadino o lettore di Scordia info, ma sono le dichiarazioni del capo di questa maggioranza. Come dice Balotelli9, ma lei dov’era? era sulla luna !!!

Per l’aspetto politico bastava forse applicare la sua buona ricetta di campagna elettorale, le sue buone intenzioni del maggio – giugno 2008. Bastava (ma è troppo) fare il non politico tradizionale. A mio modesto avviso è il “Sindaco Angelo Agnello” che ha tradito il “candidato Sindaco Angelo Agnello”. E forse il primo a rammaricarsene è il Dottor Agnello che forse starà pensando con il senno del poi……… a prima richiesta non ortodossa, non rispettosa dei parametri di campagna elettorale dovevo attuare il seguente: SFIDUCIATEMI SE AVETE IL CORAGGIO ED EVENTUALMENTE TUTTI A CASA, TANTO IO SONO UN NON POLITICO.
Gherardi

]]>
Di: Eugenio Crispo http://www.scordia.info/e-scontro-aperto-tra-sindaco-e-consiglio-comunale/#comment-44763 Thu, 01 Nov 2012 19:39:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=29811#comment-44763 Signor presidente del……..
Sono mesi che da cittadino segnalo a kalat disservizi nella raccolta al sottoscritto (avvenuti sino ad oggi) e lei quali provvedimenti ha preso?
Ritengo che, come del resto il governo nazionale sta facendo, lei abbia pescato dai soliti noti e che non abbia avuto il coraggio di colpire realmente chi faceva del male a questa città consentendo agli incivili di farla da padroni (4 multe per immondizia non risolvono certo i problemi se non si opera una seria azione di coordinamento contro ogni forma di inciviltà a Scordia). Consentite a certi operatori dell’immondizia di fare il prelievo alla “sanfrosò” , spostate il percorso degli autobus per favorire il parcheggio selvaggio, non ordinate tolleranza zero contro le infrazioni al codice della strada, la spazzatura strade non siete stati capaci di regolamentarla, le aree pubbliche versano in stato di fatiscenza, ha messo in pericolo sia la salute che l’incolumità dei bambini della scuola di via Bologna, ha fatto di tutto per far passare un progetto palesemente “viziato” come quello del megastore ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. …… e lei si vanta di aver fatto cosa? ……………. Il suo ragionamento non farebbe una piega se alla base ci fosse un operato serio, coerente e responsabile ed invece è stato, da quel che si deduce dal suo stesso discorso, debole coi forti e forte coi deboli!!!!!!
Complimenti a lei ed alla sua maggioranza (ex) per la responsabilità dimostrata in questi anni nei confronti della città in cui voi stessi vivete!!!!!!!

]]>
Di: $18896975 http://www.scordia.info/e-scontro-aperto-tra-sindaco-e-consiglio-comunale/#comment-44762 Thu, 01 Nov 2012 19:30:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=29811#comment-44762 Non Vincono ( P. Bertoli)
Ben altro che pace e lavoro ci hanno portato
davanti alle fabbriche schierano il carro armato
e radono al suolo le case ed i forni del pane
perché tutto un popolo in lotta patisca la fame.
È guerra tra il cane che sfrutta e l’uomo sfruttato
è guerra tra il porco che inganna e l’uomo ingannato
è guerra tra il popolo schiavo che soffre e patisce
e il cane che affama ed opprime e il dolore sancisce
eppure qualcuno ha creduto alla pace coi lupi
e adesso ci stanno opprimendo e rendono i tempi più neri e più cupi.
Se oggi nessuno ha timbrato è perché non serviva
e nelle galere han portato chiunque reagiva
peccato che il tempo sia stato fissato da loro
invece che nascere prima dal nostro lavoro.
Nei campi nessuno ha guardato se il tempo è cattivo
nei prossimi giorni il sereno non porterà cibo
ma stacca dal chiodo il tuo pezzo di sano potere
se il tempo è fissato da loro non stare a sedere
non vincono, non vinceranno, non hanno domani
la forza è nel puntello impugnato da oneste fortissime mani.
Il prossimo fuoco sarà ravvivato da noi
nel posto nel tempo e nel modo fissato da noi
nessuno potrà soffocarlo diventerà immenso
mi sembra già di vederlo se solo ci penso
non vincono, non vinceranno, non hanno domani
la forza è nel puntello impugnato da oneste fortissime mani.

Io credevo che bisognava negare l’evidenza solo nel caso di un tradimento,
evidentemente mi viene dimostrato che la stessa pratica conviene anche per
tante altre situazioni di comodo. Che il Comune di Scordia fosse sull’orlo del dissesto
finanziario lo si sapeva da tempo, s’è voluto nascondere semmai che a seguire l’agenda
Berlusconi prima e l’agenda Monti poi ha accelerato questo processo. Questo
vale come avviso ai Naviganti, perché con l’avvento delle Banche e delle Multinazionali, il Potere degli Stati sovrani è diventato(non possono coniare moneta) molto relativo e se i Cittadinisaranno costretti, perché impoveriti, ad EVADERE le TASSE, tutte le “RAPPEZZE”,le manovre e le manovrine di questo mondo, non risolveranno il problema. SaràDEFAULT per tutti. E’ saltato il SISTEMA e Lei Sig. Sindaco lo sapeva da tempo….glielo dica al suo omonimo precedente o a chi sta scalpitando per sedersi in quella Poltrona come stanno realmente le cose: O si cambia radicalente oppure si sale e si scende, al solito. Salutamu e cacciamu…

]]>
Di: Mariobalotelli9 http://www.scordia.info/e-scontro-aperto-tra-sindaco-e-consiglio-comunale/#comment-44756 Thu, 01 Nov 2012 09:31:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=29811#comment-44756 Sindaco, ma che belle parole sulla sua maggioranza gattopardiana. Ha detto che
la sua maggioranza quando doveva votare per problemi tutti loro o a battere
cassa hanno trovato sempre la quadra, mentre per problemi del regolamento
edilizio o il bilancio hanno trovato scuse fantasiose. Ma lei per 4 anni ha assistito allo spettacolo e li ha lasciati fare. Perchè queste cose ce li dice oggi Ma perche allora non li ha mandati a quel paese quando le chiedevano togli questo assessore metti questo, dammi questo? Perché non ci fa l’elenco di cosa sono questi problemi tutti loro?

]]>