Commenti a: Il Pd presenta la stagione del rilancio. http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/ Testata giornalistica online di informazione Thu, 23 Oct 2014 07:53:00 +0000 hourly 1 Di: Ferrando Carmelo http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-4242 Sat, 09 Oct 2010 18:35:41 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-4242 Rafael Correa
« Il socialismo continuerà. Il popolo ecuadoriano ha votato per quello. Rimarcheremo la nostra battaglia per la giustizia sociale, per la giustizia regionale. Continueremo a combattere la battaglia per combattere ogni forma di sfruttamento della manodopera in accordo con le nostre idee socialiste: la supremazia del lavoro umano sul capitale. Nessuno dubiti della nostra opzione preferenziale per i poveri: siamo qui per quello. Hasta la victoria siempre! »
Caro Guglielmo,non voglio cadere nella tua “RETE”.La disgrazia dell’assegnazione dei premi Nobel è che ,per forza,anche se nessuno è più meritevole invece che un altro,lo devono assegnare.Non sono un politologo,nè tantomeno un filosofo,mi limito ad ‘osservare’ e cerco di farmi un’idea di come va il mondo.Riconosco che le condizioni politiche sociali attuali sono,pari pari,quelle descritte da Lenin e che un mondo diverso può essere agognato.
La citazione, di cui sopra,dimostra ch’è possibile combattere per questo e non è impossibile che ciò possa accadere,basta volerlo.L’unico ostacolo finora è stata quella parte di borghesi che si credevano al sicuro(impiegati pubblici,assicuratori,commercianti,insegnanti ecc.)mentre,dopo le ultime riforme capitaliste,si vedranno costretti a cambiare casacca e registro.La cultura in genere,lo spettacolo,l’impiego sicuro,lo sport,i portatori di hendicap,la scuola,l’università,sono diventati “PESI” da alleggerire e storicamente non hanno mai interessato a chi detiene il capitale.
Nun c’è unni fuiri o scappari,o ti manci sta minestra o ti ietti da finestra.Si sono ritrovati poveri anche loro,saranno costretti a marciare,assieme a ddi quattru lurdi de Cumunisti.Per me,non esiste una terza via:o Capitalismo o Forza-Lavoro.Tu pensila comu vuoi,iu nun ci cascu cchiù nda to “RITI”.Stamu muriennu e ancora ccià pinsari?Ciau Ciccinu,fingiti babaluci macari tu………..

]]>
Di: Francesco Guglielmo http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-4136 Mon, 04 Oct 2010 12:07:29 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-4136 «Considerare una persona saldamente incastrata in un’affiliazione, e in una soltanto, annulla i complessi intrecci fra molteplici gruppi e fedeltà multiple, rimpiazzando la ricchezza di una vita umana piena con una formula circoscritta che insiste sul fatto che ogni persona è “collocata” soltanto in un unico compartimento organico.» Amartya Sen, premio nobel per l’economia.
Se si riduce tutto alla dialettica dell’interesse di classe (capitale – lavoro) si perde una parte importante della realtà. E la politica, deve guardare a tutta la realtà, non ad una parte di essa. Il Partito Democratico ha la colpa di non aver intrapreso con decisione questa strada e si ritrova incatenato fra l’antiberlusconismo di maniera (quello che paradossalmente porta anche a governare con Lombardo pur di sconfiggere Berlusconi, di dimostrare il suo fallimento) e la vecchia anima comunista. Dico “vecchia” non in senso di “antica” ma in quanto legata ad una realtà che non c’è più.
Ci sembra (ormai, ci è sembrato) strano (non coerente) infatti vedere il “comunista” con le scarpe firmate, con la giacca scozzese di gran pregio, con la barca a vela e con tutta una serie di “simboli” del capitalismo che si vorrebbe combattere, messi in bella mostra. Però è così e lo è perché la persona non può essere “collocata” in un unico compatimento organico.
Bertinotti fece cadere il governo Prodi non per i grandi ideali, ma per una manciata di voti che vedeva fuggire insieme al suo elettorato che non condivideva certe scelte. Ciò che è venuto dopo quel governo non ha certo realizzato gli interessi della classe che egli diceva di rappresentare, anzi. Dalle basi concesse per i bombardamenti di Belgrado (governo D’Alema) a tutto ciò che ha costantemente fatto venir meno l’interesse dei lavoratori . Basti pensare che il nuovo gergo lavorista parla di “Statuto dei Lavori” cancellando i lavoratori dalla scena. E poi l’articolo 18 e via dicendo. Anche quei valori innalzati (non so quanto in certi casi strumentalmente) ad emblemi dell’impegno civile (la pace, i beni essenziali della vita: ambiente, acqua ecc.) non hanno fatto una fine migliore. La più grande impresa culturale italiana (la TV) in mano ad un solo soggetto (capitalista-affarista) ha completato l’opere di persuasione che tutto ciò era “giusto”.
Pensaci un po’ su, Ferrando. Ciao

]]>
Di: Ferrando Carmelo http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-4079 Thu, 30 Sep 2010 17:27:27 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-4079 PD
“E quanto più il capitalismo si sviluppa, quanto più rapidamente aumentano le grandi fabbriche e officine, quanto più energicamente i piccoli capitalisti vengono eliminati dai grandi, tanto più urgente diventa per gli operai la necessità di resistere uniti, perché tanto più grave diviene la disoccupazione, tanto più forte diventa la concorrenza tra capitalisti, che tendono a produrre le merci il più a buon mercato possibile (e per farlo bisogna pagare gli operai il meno possibile), tanto più forti sono le oscillazioni nell’industria e le crisi. Quando l’industria prospera i fabbricanti ricavano grandi profitti e non pensano affatto a farne parte agli operai; durante la crisi, invece essi cercano di far ricadere le perdite sulle spalle degli operai”.LENIN-Questa è storia d’oggi!Se di sbaglio si può parlare,Bertinotti sbagliò ad appoggiare un Governo che aveva sottoscritto un programma di sinistra e che strada facendo,tradì nella maniera meschina che sappiamo(Guerra Preventiva,ma va?!??),il tutto per una misera Poltrona di Presidente.In concreto il problema è il PD:nè carne,nè pesce.Assistiamo che pur di governare va a patti con il diavolo e invece di realizzare il proprio progetto politico,copia gli scarabocchi dell’ultimo della classe.Non conosco nessun professionista serio disposto a lavorare sull’elaborato di un altro,specialmente se il suo modo di lavorare e di operare e molto diverso a quello di altri architetti.A parte la continuità amministrativa,tutto il resto dovrebbe imperniarsi sul mio stile,sul mio disign,sulle mie prospettive.Non si può difendere il Capitalista e l’Operaio contemporaneamente,specialmente se già c’è chi,meglio e più deciso,si è investito come porta bandiera dell’Industriale.Delle due,una ma buona,perchè altrimenti sia l’Operaio che l’Impiegato ti abbandona e cerca di venire a patti,direttamente, con il più forte di turno. Il PD ha scelto cosa essere,cosa diventare?Ancora no?E allora non ci resta altro se non gridare:2Proletari di tutto il mondo unitevi!”.Ciau Ciccinu….

]]>
Di: rocco anzaldi http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-4070 Thu, 30 Sep 2010 08:32:20 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-4070 Vorrei chiedere agli amici del PD sulla base di cosa vorrebbero coinvolgere i cittadini ad avvicinarsi al partito, se il partito è lontano anni luce dai suoi elettori? In Sicilia non sarebbe stato corretto chiedere il coinvolgimento dei cittadini prima di fare questa grande operazione trasformista ( poltronista )? Noto che i dirigenti di questo partito sono per le primarie solo quando hanno la certezza del risultato.
Cari amici del PD purtroppo avete sposato un progetto che genera solo confusione e qualunquismo, se la gente non viene nei partiti e dice che i politici sono tutti uguali è grazie a questo tipo di scelte. I voti della gente che vi ha votato erano per fare opposizione al regista del sistema clientelare più potente della sicilia, non per governarci insieme.

]]>
Di: Francesco Guglielmo http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-4062 Wed, 29 Sep 2010 14:51:45 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-4062 Caro Ferrando, premetto che non credo che nessuno di noi pensi seriamente di riuscire a convincere l’altro sulla bontà di quanto sostenuto.
Io continuo a sostenere che i rapporti fra gli esseri umani non possano “risolversi” solo nella lotta di interessi (capitale – lavoro) ma vi sia dietro questa lotta un “essere umano” che è altro, è di più dell’interesse che esprime, ed a quello faccio riferimento. Tu, mi pare, ti fermi ad un livello “dialettico”, che secondo te (e la cultura a cui ti riferisci) è definitivo.
Mi limito ad osservare che queste due “culture”non sono incompatibili, a patto che ci mettiamo tanta onestà di giudizio nel vedere la realtà. Oggi, come 30 anni fa, gli ostacoli che hanno impedito ed impediscono (ed, a mio avviso, impediranno) a queste due culture di realizzare quella società che la nostra costituzione auspica, sono sempre gli stessi: l’affarismo camuffato da capitalismo (LA DISCESA IN CAMPO di Berlusconi del ’94) e dall’altra parte la rigidità ideologica (le 35 ORE di Bertinotti che fecero cadere il primo governo Prodi) che non riesce a guardare “nel concreto” gli interessi delle fasce sociali che vorrebbe rappresentare.
A Scordia, purtroppo, molto più miseramente, i problemi riguardano il livello della classe politica (in particolare le persone e la loro di dare soluzioni a problemi per niente piccoli, frutto di 20 anni di pessimo governo) e le “stramaledette” influenze esterne (dei partiti “strutturati” o, ancora peggio, dei “gruppi” strutturati) sulle vicende politiche locali. Anche se non trascurerei alcuni, pericolosi, segnali di “affarismo” che si sono affacciati (e affermati) sulla scena cittadina. Per il resto l’agonia di questa città continua fra i soliti individualismi, personalismi ed egoismi di tutta la nostra classe politica. E l’orizzonte sembra affatto limpido.

]]>
Di: Ferrando Carmelo http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-4042 Sun, 26 Sep 2010 17:43:07 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-4042 “RELIGIONE CIVILE DELL’UMANITA'”
Caro Guglielmo,bada che il socialismo conservatore e borghese di Proudhon fu fatto a pezzettini da un certo Max,perchè,in teoria, pur avendo colto le contraddizioni del Capitalismo,non fu capace di schierarsi a favore del Proletariato,cercando di rimanere sopra le Parti.Ora,visto gli ultimi sviluppi della situazione politica italiana,riferendomi al nuovo centro che verrebbe a crearsi(FINI-CASINI-RUTELLI(?)),sarei contento se quelli veramente di Sinistra della vecchia Democrazia Cristiana e del Partito Socialista,formassero un nuovo Centro-Sinistra,perchè il Centro che si sta creando e sfacciatamente di Destra.Il famoso compromesso storico non ha funzionato perchè il Partito Comunista di allora con TUTTA(correnti di destra e di sinistra)la Democrazia Cristiana è risultato una costrinzione ideologica per la Sinistra.I guai veri vengono dai vari Democristiani impenitenti che non si riconoscono in niente.Il PD sbaglierebbe a dare credito ad un Centro formato da questi Personaggi,farebbe meglio ad accettare la funzione che la base del Partito vuole(Un Partito di Sinistra alternativo ad un Governo di Destra).In ambito locale l’alleanza che io temo fra PD e UDC,provocherebbe situazioni così paradossali e contraddittori,per cui temo che qualcuno rischierebbe, seriamente,di morire dalle risate.Continua….Ciau,Ciccinu……

]]>
Di: Ferrando Carmelo http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-4019 Sat, 25 Sep 2010 11:58:10 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-4019 LA STORIA SI RIPETE.
Mi dispiace non ritrovare nella mia memoria la tesi di un Grande secondo cui il mondo attraversa periodi ciclici,ovviamente con sfaccettature diverse,che rendono il mio riferimento a Lenin più attuale che mai.Va tutto il mio ringraziamento a questo Governo di Centro -Destra,l’aver saputo fatto implodere il (fallimento del) Capitalismo.La Globalizzazione e le poche ma traumatiche riforme liberiste(?) fin qui attuate,hanno fatto si che la Borghesia si ricreda del suo “Perbenismo Fittizio”constatando con mano che fa parte di quella mettà di mondo precario in cui sono stati relegati.La mia speranza è che chi non ha capito cosa sta succedendo se ne vada sempre più a CENTRO e lasci che altri formino una Grande Sinistra capace di contrapporsi al Capitalismo ed ai suoi seguaci.Continua………..Ciao Ciccinu….

]]>
Di: Francesco Guglielmo http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3992 Fri, 24 Sep 2010 09:46:03 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3992 Salute.
La questione posta da Ferrando di una “rifondazione del centro-sinistra” è molto interessante anche se difficile da trattare nello spazio, tutto sommato limitato, di un commento. Però, al riguardo, alcune idee vanno egualmente espresse.

Innanzitutto bisogna essere chiari sui termini: CENTRO e SINISTRA. Possono voler dire niente, come qualunquisticamente si tende sempre più ad affermare, o viceversa possono essere la storica definizione di due aree politiche ben precise, di cui si ha ancora bisogno.
Veniamo così al secondo passaggio: l’identità. Qual è l’identità della Sinistra? Ferrando (e con lui tanti, anche fuori da questo sito) affermano che può esservi una sola identità: quella di stare dalla parte dei lavoratori nella lotta (sempre presente, anche se spesso soffocata, inevitabile ed eterna) “contro” il capitale.
E allo stesso modo è da chiedersi, quale sia l’identità del Centro. Comunemente il centro è identificato con l’area “cattolica” (conservatrice o progressista) che, sempre nell’opinione comune, generalmente conforma il suo agire alle indicazioni delle gerarchie ecclesiastiche.

Si può rimanere fermi su queste definizioni, ma allora è inutile parlare di “rifondazione del centro-sinistra”. Una “ri-fondazione” presuppone che si vada avanti, che si superi SENZA RINNEGARLA, la visione tradizionale, inglobandola dentro nuove coordinate valoriali (ideologiche?) adeguate alle mutate condizioni storiche e sociali.
Alcuni dati per capire meglio ciò di cui stiamo parlando. La “borghesia” (Imprenditori, liberi professionisti, dirigenti) nel 1971 rappresentava il 3,9% della popolazione; nel 2007 rappresenta l’8,4%. Nel 1971 la classe media impiegatizia (impiegati pubblici e privati) rappresentava il 18,6% della popolazione; nel 2007 rappresenta il 38,2%. La classe operaia urbana era il 46,2 % nel 1971; nel 2007 è il 34,1%. La classe operaia agricola era il 7% nel 1971 è l’1,7% nel 2007. Questi numeri, noiosi all’apparenza, ci dicono che la classe operaia, maggioritaria nel 1971 oggi non lo è più. Conseguentemente anche la rappresentanza dei loro interessi fondamentali non può più avvenire come nel 1971. Anche la piccola borghesia agricola, i cui interessi erano rappresentati per lo più dal “centro”, era il 10% nel 1971 mentre oggi è appena l’1,9%. Mentre continua ad essere “stabile” la piccola borghesia urbana passata dal 14,4% del 1971 al 15,7% del 2007.
Questi dati sono sicuramente insufficienti per un discorso approfondito sul cambiamento delle condizioni sociali, visto che occorrerebbero altri dati qualitativamente diversi, però da essi possiamo chiaramente desumere che oggi ragionare della rappresentanza sociale SOLTANTO nella logica del conflitto LAVORO-CAPITALE è troppo riduttivo, ed è destinato a perdere, in quanto non considera una parte importante della società (quella che è andata avanti, che ha smesso la “tuta” da operaio per indossare la “camicia” e la cravatta).
Così come è riduttivo pensare che un partito di CENTRO possa limitarsi esclusivamente ad essere l’attuatore delle indicazioni della Chiesa, visto che la parte di popolazione cristiana “praticante” è attorno al 32,5% (solo il 20,7% di giovani), su un 88% di popolazione che si dichiara “cattolico”, e di questa, larga parte dissente dalle indicazioni della gerarchia in temi importanti quali l’aborto, il divorzio, l’eutanasia.
Su questi dati sociologi, sindacati, partiti marxisti, chiesa cattolica possono riflettere ed elaborare finché vogliono, ma la “ri-fondazione di un centro-sinistra” è un’altra cosa.

Da dove partire allora? La domanda è troppo ingombrante, ed ognuno di noi ha delle risposte che (caro Ferrando) non sono roba antica o moderna, ma sono ipotesi da verificare sul campo, nella realtà delle cose e soprattutto delle “persone” .
Il dramma dell’attuale centro-sinistra è che non ha risposte, limitandosi come fa ad inseguire il circo mediatico ed il suo clown principe, perdendo così sistematicamente la partita.
Personalmente ritengo che il punto comune a CENTRO e SINISTRA da cui ri-partire sia la “centralità della persona umana” , quella per cui ogni uomo è libero, è capace di autodeterminarsi, è uguale agli altri per la sua “umanità”; e deve avere, nel corso della sua vita, le stesse possibilità degli altri di migliorarsi culturalmente,economicamente, socialmente.
Se si parte da questa impostazione (quella stessa su cui le due grandi culture cattolica e socialista fondarono la nostra Carta costituzionale) le conseguenze a cascata sono innumerevoli e, coerentemente, vanno nella direzione della tutela della persona e dei suoi “interessi”-“valori” fondamentali. Solo attuando concretamente molti dei principi fondamentali della nostra costituzione, rimasti per 60 anni solo lettera scritta, si potrà realizzare quella ri-fondazione del centro sinistra che sconfiggerà gli interessi che vanno CONTRO la persona umana.

Quel capitalismo fasullo di cui la DESTRA (il Centro lì è solo un alibi di convenienza) è portabandiera, è pronto a passare sopra su tutto e tutti pur di realizzare i propri interessi, pur di “fare denaro”, in nome del quale ha causato la più grande crisi economica della storia. Quel capitalismo che dietro l’alibi della “globalizzazione” calpesta qualsiasi “diritto” di chi lavora, in Italia, in Cina, in qualsiasi altra parte del mondo, realizzando soltanto l’interesse delle “sovrastrutture” che dirigono l’economia mondiale e che poco o nulla hanno a che fare con l’Uomo e i suoi diritti fondamentali. Quella visione del mondo per cui gli immigrati e i poveri, semplicemente “non devono esistere, vanno cancellati”.

Nel principio della “centralità della persona” è possibile anche rinvenire la chiave di lettura per arrivare ad una visione comune sui grandi temi etici (aborto, eutanasia) dai quali non si può scappare con l’alibi della “libertà di coscienza”. Così come sulla grande riforma dello stato sociale, dove non si può essere ostaggi dei sindacati che tutelano chi ha già un lavoro o chi è in pensione piuttosto che i giovani. Un Centro-Sinistra serio su questi temi deve avere una sua visione, senza paure, anche a costo di perdere qualche voto.
Come si vede siamo ben lontani dal “ma anche” veltroniano. Qui le scelte e, quindi, le proposte sono nette, così come preciso e netto è il punto di partenza.
Naturalmente una ri-fondazione del centro – sinistra dovrebbe anche abbandonare definitivamente quei pregiudizi reciproci per cui si è “geneticamente” diversi: “servi” della Chiesa o “anticlericali” a tutti i costi; oltre a puntare su una classe dirigente nuova veramente all’altezza, magari non come quella che veniva formata alle “frattocchie” o dai “salesiani”, certamente diversa dai vari Renzi, Serracchiani o Lupo.

Questa è, a parer mio, una direzione verso cui procedere, un’ipotesi su cui lavorare. Il tempo ci dirà se i “dirigenti” della politica e dei partiti di centro – sinistra avranno fatto altre scelte più “lungimiranti” che noi comuni cittadini, oggi, non siamo in grado di capire.
Intanto osserviamo il buio più totale.

]]>
Di: eugenio http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3979 Thu, 23 Sep 2010 00:24:25 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3979 Quel che non capiscono questi “professoroni” del PD è che non si può giocare con le chiappe di quella che dovrebbe essere la loro base e compiacersene!!!!!!!
Perdono perchè non sono minimamente di sinistra e perchè rincorrono spesso, nelle cose peggiori, una destra grezza ed autoritaria o, come in questi giorni, la peggiore DC di andreottiana memoria.
Daccordo con la democrazia, ma non si può giornalmente assistere a sparate indecorose e soprattutto il “tutti contro tutti” è diventato l’unica identità che rappresentate.
Le fabbriche, i lavoratori, gli sfruttati non contano + nulla nei fatti se si plaude alla cinesizzazione dei contratti di Marchionne e Bonanni!!!!!!!
Non si può derogare su sicurezza, tempi di riposo e di giusto godimento del proprio tempo libero.
Un lavoratore correttamente gratificato, che vive dignitosamente la sua vita extralavorativa, è risaputo che lavora meglio e contribuisce allo sviluppo.
Chi paga sono sempre i soliti e non c’è + nessuno che li difende nei piani alti della politica. La “classe lavoratrice” è oramai sotto un fuoco spietato ed il pd cosa fa concretamente: condanna dei lavoratori che, pur avendo agito sopra le righe, manifestavano x un sacrosanto diritto COSTITUZIONALE.
Ritornando al tema iniziale, allearsi con Lombardo in vece di rimandarlo a casa non capisco proprio a cosa giovi.
Sarò deficiente ma questo ribaltone è l’ennesimo regalo alla cricca berlusconiana.

]]>
Di: santi http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3977 Wed, 22 Sep 2010 20:25:01 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3977 In atto v’è uno scontro politico tra il capitalismo (ceti sociali più in alto) e la maggiore presenza dello Stato. Siamo stati convinti, per un certo periodo, che era giusta la prevalenza del “mercato” e guarda caso ci siamo riveduti. Forse non avevano torto quelli che hanno creduto nella maggiore presenza dello Stato. Il mercato in crisi, non porta da nessuna parte. Porta i ceti più bassi a dover combattere uno status quo che non li soddisfa, anzi rende molto più poveri le classi meno abbienti. Cari amici sconosciuti, pensiamo che non bisogna mai lavorare per lo scontro sociale. Noi, diciamo: “Ritorni il Comune ad essere il centro e non le esternalizzazioni o le privatizzazioni”. Attenti a non considerare l’aumento del debito pubblico come lo stesso sino agli anni ’90. Lo abbiamo detto in un precedente scritto a quanto siamo arrivati. Ma quale amici immaginari. Ma quale portavoce di un movimento: “noi, ci firmiamo”. V’è una relazione tra quello che pensate e quello che dite, o è soltanto una fattore psicologico, o altro… boh… fate Voialtri…Noi pensiamo che meritate tanta felicità e tanta comprensione. Comunque, Vi leggiamo e non Vi consideriamo nemici, solo come quelli che hanno un modo diverso di guardare questo benedetto mondo. Certo, non è il nostro mondo, meglio così. Cordialità e tante belle cose. Ah, è bene che si sappia che coloro i quali si fermano alla Laurea triennale sono i bassi ceti sociali. Noi, siamo preoccupati e forse anche un pò tristi. Santi Meli

]]>
Di: Ferrando Carmelo http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3963 Wed, 22 Sep 2010 10:53:33 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3963 AUTUNNO CALDO.
In estate n’amu scialatu tantu ccu Santu e cumpagnia bella a fari puppetti,ora è giunto il momento di parlare seriamente e di mirare alla rifondazione di un nuovo centro-sinistra e di una vera alternativa a questo Governo.Sono un Cittadino qualsiasi,molto attento a quello che bolle in pentola e vorrei che la mia misera opinione(se condivisa) serva a far rivedere tante cose sbagliate e a farci vivere un pochettino meglio.Vorrei far notare che c’è una “Rivoluzione” in atto e che le manovre dell’On. Fini e del Compagno(?)Veltroni, stanno determinando,senza ombra di dubbio,la morte e il fallimento del Partito Unico e del Bipolarismo.La realtà politica Italiana non è come quella Americana ed Inglese,è utopistico pensare che possano esistere solo due grandi schieramenti,la nuova destra rivendica la propria appartenenza,la sinistra sta pagando il conto dei “Margheritini”.A proposito del Nuovo Governo della Regione Sicilia ha ragione Matteo Renzi,Sindaco di Firenze,ad auspicare che la vecchia classe dirigente del Pd vada a casa,se riescono a produrre solo questo tipo di “paperacchi”.Sento “Profumo” di cose che non dovrebbero appartenere alla Sinistra,non capirei la scelta come Segretario di un Montezemolo o di un Banchiere strapagato, piuttosto che di un Guglielmo Epifani.Il tentativo della ricomposizione del Grande Centro(FINI-CASINI-RUTELLI),porta,inevitabilmente,a riconsiderare la difesa del Capitalista di sinistra(e sono tanti),inconciliabile con le aspettative dell’Impiegato e dell’Operaio.Lenin: “il capitalismo porta necessariamente alla lotta degli operai contro i padroni … mediante gli scioperi”Se il salario dell’operaio viene stabilito – come abbiamo visto – con un contratto fra il padrone e l’operaio, se l’operaio isolato risulta, all’atto di questo contratto, completamente impotente, è chiaro che gli operai dovranno necessariamente difendere le loro richieste insieme, dovranno necessariamente organizzare scioperi, se vorranno impedire al padrone di abbassare i salari, o ottenere una paga più elevata. E infatti non vi è un solo paese a struttura capitalistica nel quale non ci siano scioperi di operai. In tutti gli Stati europei e in America gli operai si sentono impotenti se isolati, e possono resistere ai padroni soltanto uniti, organizzando scioperi oppure minacciando lo sciopero. E quanto più il capitalismo si sviluppa, quanto più rapidamente aumentano le grandi fabbriche e officine, quanto più energicamente i piccoli capitalisti vengono eliminati dai grandi, tanto più urgente diventa per gli operai la necessità di resistere uniti, perché tanto più grave diviene la disoccupazione, tanto più forte diventa la concorrenza tra capitalisti, che tendono a produrre le merci il più a buon mercato possibile (e per farlo bisogna pagare gli operai il meno possibile), tanto più forti sono le oscillazioni nell’industria e le crisi. Quando l’industria prospera i fabbricanti ricavano grandi profitti e non pensano affatto a farne parte agli operai; durante la crisi, invece essi cercano di far ricadere le perdite sulle spalle degli operai. (…).Il mio riferimento è questo,se per Voi è roba antica,ditelo che non parlo più e agisco diversamente.Parliamone,tantu a pignata ancora sta bugghiennu…..Salutamu….

]]>
Di: c. peppino http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3960 Wed, 22 Sep 2010 08:41:47 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3960 Io e said diciamo no all’incoerenza, agli inciuci, e tutte le porcherie che stanno facendo al popolo.
Noi diciamo sempre no, tu parli sempre al plurale, rendendoti più che urtante, io proporrei la censura verso i tuoi commenti. Una curiosità puoi farci sapere chi siete? Sei il portavoce del PD? se cosi non è chiarisci, rischi seriamente di far perdere quei pochi voti rimasti al tuo partito, non so se rendo l’idea.

]]>
Di: lassor http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3958 Wed, 22 Sep 2010 07:31:01 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3958 non penso che l’opposizione possa riprendere fiato e farsi sentire con un semplice proclama di attività da intraprendere. concordo con said al rabi e peppino che, anche se particolarmente duri nel dare giudizi sul PD, tracciano comunque alcune linee di innegabile verità.
vorrei essere particolarmente critico con l’affermazione del coordinatore del PD di scordia:
“Siamo consapevoli, afferma il coordinatore Franco Tambone, della diffidenza che oggi i cittadini nutrono rispetto alla politica ed ai partiti”.
come sempre, quelli del PD, non spiegano da dove nasce quella diffidenza. per loro la gente decide a priori di lasciarsi andare nell’oblio dell’antipolitica. nessuno del PD si pone il vero ed unico problema: ma noi chi siamo diventati? è innegabile lo stato confusionale su cui verte il PD e di conseguenze molti probabili elettori vertono nella stessa confusione visto che non si sentono rappresentati. ecco dove è la diffidenza.
Questa sta proprio nel fatto che il PD ha giocato sporco e continua a farlo senza vergogna.
Tanto per rinfrescare la memoria a qualcuno:
1) governo prodi, è innegabile che veltroni non ha fatto nulla per tenerlo in vita. Anzi…;
2) sempre veltroni ha regalato il comune di roma alla destra mettendo a candidato sindaco rutelli che non è stato votato neanche nei quartieri storici della roma rossa;
3)il nascente PD con la manfrina del voto utile ha barato nei confronti degli elettori causando la distruzione della sinistra. non solo cancellandola ma addirittura demonizzandola come artefice di tutti i mali del paese.
4) a scordia nelle ultime amministrative ha barato nei confronti del candidato a sindaco del centro sinistra. senza voler entrare nel merito se il candidato era giusto o no, comunque il PD non ha fatto campagna elettorale. tant’è che rischiava di sparire. il loro candidato di punta (l’ex sindaco Agnello) ha avuto anche la felice idea di farsi stampare i propri volantini con una indicazione di voto al candidato sindaco microscopica mentre il suo volto “sparava” in bella vista sulla seconda facciata del volantino, tanto da far pensare che fosse lui il candidato a sindaco.
potrei continuare all’infinito, ma penso che possa bastare. purtroppo, il PD è questo: un partito di doppiogiochisti confusi, ostaggio di qualche furbetto di quartiere, vittima della confindustria e delle banche. un partito che è nato su una strada che non c’era e che non è mai riuscito a trovare.
Speriamo che qualcuno lo capisca e cominci a riflettere seriamente su un modo nuovo di affrontare la politica in italia e nel nostro comune.

]]>
Di: Zack de la Rocha http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3954 Wed, 22 Sep 2010 06:36:13 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3954 Mi piace il “concordiamo” di Meli, a questo punto sono convinto che abbia degli amici immaginari che le chiedono di scrivere. Gli stessi amici immaginari l’hanno eletta portavoce del movimento “noi, ci firmiamo”, mi sembra giusto. Meglio dire sempre no piuttosto che chinarsi a gente come Lombardo e compagnia!
Io(caro Meli), non mi firmo!

]]>
Di: santi http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3950 Tue, 21 Sep 2010 22:21:22 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3950 Concordiamo con la decisione presa. Finalmente un’opposizione che si fa sentire veramente. Dura, costruttiva, seria ed alternativa. Congratulazioni. Ah, ci dispiace che Said al Rabi e C. Peppino dicano sempre no,. Ma è possibile che tutto sia, niente. Diceva bene il Manzoni: “Il coraggio chi non ce l’ha, non l’avrà mai”. Il governo regionale non ci soddisfa. Grazie e tante belle cose a chi interviene con un commento. Santi Meli

]]>
Di: Said al Rabi http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3944 Tue, 21 Sep 2010 14:33:34 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3944 Il vero rilancio del pd sarebbe lo scioglimento del partito, e’ un partito senza storia ne valori e non e’ collocabile in nessuno scenario politico, il loro motto e’: si puo’ fare cosi’ ma anche coli’!
E’ veramente ridicolo parlare di un partito che fa un’opposizione sterile a Scordia, che si vanta della finanziaria regionale, che non partecipa alle lotte dei precari( a messina dov’eravate?), che non rappresenta niente e nessuno. Speriamo di vedervi scomparire presto, siete voi la vera rovina dell’italia!

]]>
Di: c. peppino http://www.scordia.info/il-pd-presenta-la-stagione-del-rilancio/#comment-3943 Tue, 21 Sep 2010 14:08:52 +0000 http://www.scordia.info/?p=11888#comment-3943 la diffidenza verso la politica è anche figlia di un PD che non si sa capisce da che parte sta! Siete stati votati per fare opposizione a un governatore che è sempre stato avversario della sinistra, oggi per sete di potere i vostri rappresenti hanno distrutto l’intero centrosinistra.

]]>