Commenti a: La stazione ferroviaria di Scordia http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/ Testata giornalistica online di informazione Thu, 23 Oct 2014 07:53:00 +0000 hourly 1 Di: La Ferrovia o le "viuzze" http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7570 Thu, 09 Jun 2011 13:28:11 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7570 Volevo solo ricordarvi che la Regione Sicilia ha speso nel 2011 630 milioni di euro circa per i cantieri scuola, di cui € 792.578,60 solo a Scordia,…Fate voi!

]]>
Di: Mi piace http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7543 Tue, 07 Jun 2011 12:51:37 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7543 Concordo in pieno con la tua analisi,
anche sulle due strade da percorrere per risolvere il “disagio”.

Se le varie amministrazioni locali siciliane fossero amministrate da “persone(serie)”, riuscirebbero sicuramente ad “intavolare” una trattativa con il governo regionale, per riproggettare il sistema dei trasporti in tutta l’isola, piuttosto che accontentarsi dei 110.000,00 euro a Cantiere scuola per sistemare solamente qualche “viuzza” dissestata.

Scartando ovviamente la prima ipostesi non ci resta che salire sui binari e protestare.

]]>
Di: Ferrando Carmelo http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7528 Mon, 06 Jun 2011 17:48:31 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7528 U PUVURIEDDU QUANNU E’ SULU A PIGGHIA SEMPRI ‘NC…
Alfonzo ha ragione e sono d’accordissimo con la sua analisi:è stata una scelta politica quella di privilegiare il trasporto su gomme su tre quarti d’Italia, velocizzando,con i soldi nostri, solo le arterie del Nord per quanto riguarda il traffico ferroviario.Sta alle Regioni scegliere ed ai Paesi del Calatino decidere,assieme agli Industriali, quale tipo di trasporto “CONVIENE” di più.Già I Sindaci del Calatino,mi pare, si sono espressi:la tratta ferroviaria Catania_Gela non si tocca!Ma non basta,il grido d’allarme deve arrivare a Palermo,solo allora Il Governatore potrà reclamare lo stato di abbandono in cui versa la Sicilia(come se non lo sapesse già).Recentemente ho visto un reportage,dove veniva evidenziato che i treni-razzo in Giappone sono stati potenziati a partire dagli anni settanta ed oggi ricoprono il territorio nazionale per migliaia e migliaia di chilometri.C’è di mezzo la politica,è sempre più questione di interessi particolari,bisogna scegliere cosa si vuole essere e che cosa si vuole diventare.Ci mancherebbe che i soldi(altri?)dovrebbe sborsarli Alfonso o gli imprenditori;con il decentramento ogni Regione sarà responsabile del proprio territorio e delle infrastrutture in esso esistenti.Nell’immediato solo un altro blocco ferroviario come quello degli studenti degli anni ’60 potrà mettere in discussione la cosa.Così è se vi piace..Salutamu e cacciamu

]]>
Di: Damiano http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7484 Sun, 05 Jun 2011 15:17:54 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7484 Per non parlare del fatto che, non essendoci i treni a disposizione dei cittadini, l’interbus ha il monopolio su questa linea e ha imposto i propri prezzi: nel giro di 4 anni il biglietto andata e ritorno è passato da 4,90€ a 6,10€! Che vergogna!

]]>
Di: Alfonso Navarria http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7480 Sun, 05 Jun 2011 12:55:31 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7480 Quanto ci metterei !? o forse la domanda giusta è “quanto ci abbiamo già messo di tasca nostra” per fare funzionare le ferrovie del nord !?

Trenitalia con i nostri soldi investe per l’80% al nord. i nostri, quelli che abbiamo già uscito di tasca nostra.

]]>
Di: carmelo http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7478 Sun, 05 Jun 2011 12:27:16 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7478 Sono stato uno studente pendolare fra il 1970 e il 1975, tanti bei ricordi, momenti di spensieratezza di divertimento di allegria di scherzi, ogni giorno sembrava si andasse in gita non a scuola….Un posto (il treno) in cui si socializzava, sono nate amicizie,affetti e storie di ogni tipo. Sul treno nacque l’idea di fare basket a Scordia, si organizzavano le feste dei pendolari, “caliate” di massa della scuola, partite di calcio, manifestazioni studentesche, si sono formate coscienze politiche, professionisti. Ma si viveva anche in uno stato di quotidiana esasperazioni per i continui ritardi del treno per il ritorno a casa. E allora manifestazioni, per garantirci il trasporto per noi della provincia elemento essenziale per il diritto allo studio. Il pulman costava troppo. Per cui andavamo quasi tutti in treno, tre littorine partivano solo per gli studenti alle 6,50 , e prima dalle 5 in poi quelle per i lavoratori, sembrava che Scordia si spopolasse. Poi si incominciò a parlare di rami secchi, di chiudere la Catania Caltagirone, iniziativa politicamente troppo impopolare, e allora fecero morire tutto l’albero un poco alla volta senza fare troppo rumore, non rimodernando la rete e subendo passivamente la concorrenza del trasporto su gomma (allora le ferrovie erano pubbliche). Il liceo prima e la ragioneria di Militello poi,assorbirono il ricambio generazionale della popolazione studentesca, e quindi nessuno protestò più. Il passaggio ai privati poi diede il colpo di grazia.

]]>
Di: Paola http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7468 Sat, 04 Jun 2011 16:26:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7468 Come diceva benissimo il sig. Gugliara, un tempo il treno era l’unica soluzione per spostarsi verso Catania o Caltagirone, ecc… Io stessa lo utilizzavo per recarmi a Catania a studiare. Poi con l’introduzione degli autobus le utenze si sono spostate lì. Credo che Trenitalia prendendo atto di questo, abbia fatto dei tagli, sia del personale (infatti appunto non ci sono bigliettai e la stazione è in abbandono) e sia del numero di treni disponibili, ci sono orari assurdi. Gli autobus da questo punto di vista offrono corse ogni mezz’ora, a volte ogni quarto d’ora. E’ un dato di fatto, inutile nascondersi dietro un dito: o trenitalia decide di fare qualcosa per la stato fatiscente in cui versa la stazione di Scordia, oppure, come dice il nostro Sindaco si chiude tutto per fallimento di gestione, perché non ha senso mantenere questa stazione, è solo una vergogna.

]]>
Di: sale http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7467 Sat, 04 Jun 2011 16:14:39 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7467 e tu quanto metteresti di tasca tua?

Qui mi pare che parliamo senza sapere di cosa parliamo

]]>
Di: salvatore d'urso http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7460 Sat, 04 Jun 2011 11:26:34 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7460 una volta il treno funzionava benissimo

]]>
Di: Alfonso Navarria http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7454 Sat, 04 Jun 2011 10:11:35 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7454 Ciao Gaetano, sono d’accordo con i 4 Si’, ma devo dissentire sulla presunta “valutazione” dell’utilità del servizio.
Mi spiego: se venisse veramente valutata come dici tu in base ai profitti, la linea ferroviara catania – gela diventerebbe immediatamente il fiore all’occhiello dell’Italia, verrebbe realizzato il doppio binario, tutto elettrico con treni merci ultraveloci moderni, elettrici che sfrecciano in continuazione, perchè la ricchezza nasce anche dall’investimento nelle infrastrutture.

La valutazione non viene infatti genericamente fatta in base ai profitti locali, ma ai profitti di chi non ha intenzione di far sviluppare il calatino, o se vuoi la sicilia, o se vuoi il meridione, perchè ha paura che generi concorrenza, che generi benessere sociale e dunque cultura, che rallenti l’emigrazione di manodopera già formata a basso costo. Le ferrovie si chiamano ferrovie dello stato, ma è una farsa, dovrebbero chiamarsi ferrovie del norditalia.
La soluzione ?! Perchè non creiamo le nostre ferrovie? in altre parti d’Italia lo hanno fatto…

]]>
Di: Gaetano D'Imprima http://www.scordia.info/la-stazione-ferroviaria-di-scordia/#comment-7453 Sat, 04 Jun 2011 08:26:21 +0000 http://www.scordia.info/?p=17680#comment-7453 Questo è quello che succede quando l’utilità di un servizio (una volta pubblico) viene valutata SOLO in base ai profitti che se ne ricavano e non alle NECESSITA’ dei cittadini

4 SI’ SE NON VOGLIAMO CHE SUCCEDA LO STESSO ANCHE CON L’ACQUA

]]>