Commenti a: Piccoli ospedali, se non sono funzionanti a cosa servono? http://www.scordia.info/piccoli-ospedali-se-non-sono-funzionanti-a-cosa-servono/ Testata giornalistica online di informazione Thu, 23 Oct 2014 07:53:00 +0000 hourly 1 Di: Mariobalotelli9 http://www.scordia.info/piccoli-ospedali-se-non-sono-funzionanti-a-cosa-servono/#comment-45467 Mon, 26 Aug 2013 11:53:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=38179#comment-45467 si hai ragione caro salvo, un kilometro in più potrebbe essere fatale. Ma
anche un infarto non capito subito potrebbe essere fatale. Tutto può essere
fatale nell’ospedale. Anche chi è stanco e lo fanno lavorare con turni da
metalmeccanico – lavorando può sbagliare più facilmente o no ???
Questi secondo me sono tutti gli effetti dei tagli dei governi cuffaro e lombardo e delle destre. Le destre come nella scuola tagliano soldi al pubblico / Perchè si deve risparmare/ ma poi li danno ai privati – vedasi scuole parificate e cliniche private.

]]>
Di: $18896975 http://www.scordia.info/piccoli-ospedali-se-non-sono-funzionanti-a-cosa-servono/#comment-45466 Sun, 25 Aug 2013 18:28:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=38179#comment-45466 LA SANITA’ di CROCE- LETTA.

In una trasmissione di Report, replicata 5 volte, da parte di Luminari Sanitari si è arrivati alla conclusione che: “La ragione per cui ogni tentativo di riforma politica o aziendale della Sanità è in gran parte fallito sta nel non voler comprendere che senza una rivoluzione morale e umanistica della pratica medica ogni altro tentativo di abbellire la Sanità è destinato al nulla. Non ci potràmai essere una istituzione Sanità a misura d’uomo se l’uomo che la gestisce non sa esserlo.
Va rivista la Medicina stessa fin dalle sue fondamenta, con la figura del medico ridisegnata interamente a partire dai primi anni della formazione universitaria, a partire dalla sua qualità morale e dalla sua capacitàempatica. Solo una Medicina di persone corpo-unico umanizzante avrà il potere di vanificare la meschineria della gestione politica e delle cordate d’interesse, o la brutalità di un sistema di
lavoro sempre più meccanicistico e sempre meno a misura di persona, e questo
include le liste d’attesa come ogni altro ostacolo disumanizzante.
Tentare il percorso inverso è stato e sarà inutile.” Aggiungerei che” LA SALUTE NON E’ UN PRODOTTO”, e che non può essere vissuta primariamente come un problemi di costi e di risparmi nell’ottica dell’efficienza aziendale. Tutto il Mondo ( America compresa, finalmente) è contro all’aziendalizzazione della sanità intesa come l’applicazione delle regole del mercato, alla gestione della salute pubblica, che vede la tutela del cittadino ammalato strangolata dalle necessità di bilancio. Viviamo una situazione dove il medico è spesso vessato dai budget da rispettare e ciò rischia di spingerlo verso scelte contrarie agli interessi di salute dei pazienti. l’eccessivo potere dei politici e dei loro manager all’interno della sanità ha creato un clima dove rischia di trovare spazi il clientelismo, e dove a volte i sanitari si trovano costretti a rischiare la propria carriera nel contrastare politiche che
ritengono deleterie. Tuttavia pochi di loro accettano tali rischi, e chi ne soffre saranno gli ammalati. E’ opinione comune nel mondo che un sistema sanitario nazionale pubblico efficiente e scientificamente all’avanguardia sia IMPRESCINDIBILE (trattasi della Nostra Vita), e cioè un diritto e dovere di cui ogni singolo cittadino deve essere consapevole e partecipe sostenitore. Ci voleva la CRISI per TAGLIARE dove necessitavano solo Controlli Efficienti e dove l’unica cosa di ACCORPARE è il numero dei Parlamentari ( almeno quelli che si sono rivelati “Mangia pani a tradimientu”). A questo punto sorge spontanea una domanda: “ Il PTA che dovrebbe sorgere a Scordia serve PPI MIA o PpiTiA? Salutamu e cacciamu……

]]>
Di: Francesco Gherardi http://www.scordia.info/piccoli-ospedali-se-non-sono-funzionanti-a-cosa-servono/#comment-45465 Sun, 25 Aug 2013 17:18:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=38179#comment-45465 1) E’ evidente che lei quando parla di giornali cui fa gola il classico caso di malasanità, non si riferisce alla testata di Scordia.info e al presente articolo. Quest’ultimo sui casi Signor Barone e donna Nicosia, dice testualmente ….”Naturalmente sarà la magistratura a valutare i singoli casi e accertare eventuali responsabilità”. L’unica che può scrivere di malasanità senza usare il condizionale. La presente riflessione si ben guardata dall’entrare nel merito delle vicende. Dalle stesse ha attinto solo per analizzare quello che sta accadendo nell’organizzazione sanitaria Sicliana.

2) Il pronto soccorso e l’ospedale che funziona a mezzo servizio è riferito in generale ai tanti piccoli ospedali Siciliani e dalle mie modeste conoscenze,
in questa categoria da qualche anno sta entrando anche Militello. Da circa 2
anni leggo articoli di cronaca che parlano di accorpamenti di servizi, di chiusura di reparti, di tanto altro che funziona a giorni alterni. Le posso
assicurare, anche operatori e addetti ai lavori dicono con grande amarezza che stanno smantellando l’ospedale, perché ormai è stato deciso. Da quello che mi pare di capire, essendo lei un operatore dell’ospedale di Militello, nega che questa situazione valga per il presidio “Basso Ragusa Mario”. Tuttavia con rispetto parlando, lei contraddice questa sua stessa tesi quando afferma che:….“in corsia si fanno turni come quelli dei metalmeccanici per sopperire alle carenze di personale”. Essendo lei un operatore sanitario, mi può insegnare che in corsia ospedaliera non si possono fare turni da metalmeccanico, perché ne va della stessa efficienza e lucidità del personale. Siamo essere umani non macchine. Un ospedale dove un bravo operatore è costretto a fare dei turni oltre i limiti (da metalmeccanico per usare la sua espressione), con rispetto parlando non è un buon ospedale.

3) Che gli operatori sanitari di questi piccoli ospedali fanno il loro dovere, almeno pari ai loro colleghi dei grandi ospedali non ne ho il minimo dubbio. Se, infatti, legge con attenzione l’articolo alla fine del paragrafo terzo, dico testualmente ……”Credo che con questo genere di soluzione sia mortificata
anche la professionalità del personale sanitario che lavora in queste strutture, che vengono ridotte ai minimi termini di risorse umane”. Lei stesso ha parlato di carenza di personale. Come dire se la macchina non gira al massimo non è certo colpa del pilota, forse del meccanico motorista e del’lingegnere progettista.

Con il rispetto dovuto per il suo lavoro al servizio degli altri, la saluto.

]]>
Di: SALVO http://www.scordia.info/piccoli-ospedali-se-non-sono-funzionanti-a-cosa-servono/#comment-45464 Sun, 25 Aug 2013 14:27:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=38179#comment-45464 BELLISSIMO ARTICOLO.
SPERO CHE OGNUNO DI NOI NON ABBIA MAI BISOGNO DI UN URGENZA , SAI UN KM IN PIU’ POTREBBE ESSERE FATALE, IL P.S. DI MILITELLO HA UN SERVIZIO DI RADIOLOGIA H 24 UN LABORATORIO ANALISI H 24 UNA RIANIMAZIONE EFFICIENTE NON VEDO PERCHE’ DOVREBBE CHIUDERE; PIUTTOSTO POTENZIARLO SAREBBE UTILE AUMENTARE LA CARENZA DEL PERSONALE, CREARE NUOVI SERVIZI, COME ERA STATO PREVISTO AI TEMPI A.LO PRESTI SINDACO. CHIUDERLO MI SEMBRA BUTTARE VIA L ENORME QUANTITATIVO DI DENARO PUBBLICO SERVITO PER CREARE UNA MEGA STRUTTURA UNA RADIOLOGIA SPAZIALE ED ALTRO ANCORA. SUL CASO BARONE, ASPETTIAMO L INCHIESTA IN CORSO, SAPPIAMO TUTTI COME FA GOLA UN CASO DEL GENERE A TUTTI GLI OPERATORI DELLA CARTA STAMPATA MA PRIMA DI PARLARE DI MALASANITA’ ASPETTEREI LA SENTENZA.
AFFETTUOSI SALUTI
UN O.S. COME TANTISSIMI CHE IN CORSIA FANNO IL PROPRIO LAVORO ANCHE PER SOPPERIRE ALLA CARENZA DI PERSONALE CON TURNI DA METALMECCANICO ( CON RISPETTO PARLANDO)

]]>