Commenti a: Primi passi verso le amministrative 2013 http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/ Testata giornalistica online di informazione Thu, 23 Oct 2014 07:53:00 +0000 hourly 1 Di: TommasoCappellano http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44621 Sun, 09 Sep 2012 20:27:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44621 Forse una volta credevamo di inserire  pienamente il Pd all’interno di uno schieramento definibile di centro-sinistra. Oggi no, perché adotta nei fatti la politica dei due forni (per capire, identico a Casini). Non è di destra (“sulla carta”), ma ha trattato e tratta con Berlusconi (e sempre Casini) che di sinistra non sono. (Il Pd) Ha contribuito moltissimo a smantellare valori e società che storicamente dovrebbero essere rappresentati e tutelati dalla “sinistra” (un es. su tutti, sulla tutela dei lavoratori, si andrà a raccogliere firme per un referendum contro leggi e riforme approvate dal Pd che sostiene Monti). Uno scandalo.

Cioè si capisce questo? Si capisce che per salvare l’identità di sinistra bisogna aprire immediatamente un luogo nuovo che venga a correggere le  devianze ( morali, socio-culturali) che il Pd ha ben tracciato negli anni?… salvare il centro-sinistra oggi vuol dire ripensare la politica di sinistra alla luce dei beni comuni, che non è semplicemente riprendere il “pubblico”, ma dare vita a politiche volte a creare luoghi e spazi per i diritti fondamentali (cultura e multiculturalismo, ecologia, conoscenza, ecc…) che siano condivisi e partecipati, dove ad usufruirne sia pienamente la collettività (quindi rovesciare le politiche neo-liberali dei bocconiani).

E’ una sfida di prospettiva che il Pd non è in grado nemmeno di concepire.

Tommaso Cappellano

]]>
Di: pincopallino53 http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44618 Sun, 09 Sep 2012 17:45:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44618 Caro Carmileddu,ma con la maggioranza dei dipendenti pubblici in italia chi c…avuliceddi ci va’ a parrari ppi dirici (alla Tino Scotti) Bambole non c’e’ una lira.Sessantanni di bella vita hanno affossato l’italia.

]]>
Di: $18896975 http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44615 Sun, 09 Sep 2012 10:45:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44615  

REFERENDUM                                                                                                                                  
Giusta  la vostra  brillante  analisi ( Francesco e Maria ) , direi che la
SINISTRA dovrebbe rivolgere l’ appello a tutti gli elettori della base dei
partiti del centro-sinistra di una volta ,  che l’unica strada vincente è quella di
rendere le Elezioni l’ultimo dei Referendum che si sono fatti e che abbiamo  brillantemente vinto con il volere e il potere
della Gente. Ormai le forze in campo si sono delineate nettamente, sono tornati
prepotentemente alla ribalta, ripeto,  i
dualismi negati da Bobbio: “Destra-Sinistra, Padrone o Datore di Lavoro-Operaio,
Capitale-Forza Lavoro, Nucleare-Energie Alternative, Pubblico-Privato,  Europa o Stati Uniti d’ Europa ,che non è la
stessa cosa, quest’ultima formulazione ridà la sovranità agli Stati membri e la
possibilità di poter rivedere i Trattati e coniare moneta per non dipendere dal
potere delle Banche( vedi Stati Uniti d’America). C’è chi ,a Sinistra, ha le
carte in regola per andare a parlare con il disoccupato, con l’esodato, con il
pensionato, con il precario in genere, con i parenti di chi si è suicidato, con
gli scontenti, con gli incazzati, con l’impiegato comunale, con i forestali e
con quanti altri  se ne possono
aggiungere, perché non solo non ne hanno colpa , ma propongono la soluzione
alternativa(no dell’alternanza) a questo SISTEMA  ormai in netto fallimento. Non so quanti altri
del fronte di Destra possano fare altrettanto, la Gente è incazzata, sta male, alza
le mani….con il pugno rivolto al cielo, vuole, pretende “la medicina”
alternativa e se ne sta fottendo se è “sperimentata” o meno. Quando si è in
buona salute, si sta bene, si è tutti spavaldi, financo l’operaio fa la
sciocchezza di votare per qualcuno della Destra, di votare Berlusconi, ma,
appena il male diventa serio non si ragiona più, si pretende “il miracolo”,
altro che storie e strategie elettorali. Mi dispiace rispolverare il famoso
detto “tanto peggio, tanto meglio”, ma se questo serve a far ragionare la
Gente, allora “TANTO PEGGIO, TANTO MEGLIO”, non l’ho creato Io il PEGGIO, posso
semmai lavorare per assicurare a tutti il MEGLIO. E quindi caro Francesco e
cara Maria (mi siete piaciuti) necessita che la gente , in massa, determini
L’ALTERNATIVA a questo SISTEMA e non L’Alternanza( leviti tu ca mi cci miettu iu) Che alka SEL zer (l’alcaselzer
ha lo stesso blando effetto della citrosidina, ndr), possa condizionare la
politica di destra del PD senza elle, è una chimera che ha avuto effetto alquanto disastroso
con Prodi (Caduto) e Rifondazione, precedentemente, a proposito di Guerra o Pace),
Salutamu e cacciamu….

]]>
Di: Maria Germanà http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44612 Sat, 08 Sep 2012 23:40:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44612 Il problema del PD, è che è: MENZU CARNI E MENZU PISCI!!! Come dice giustamente Francesco Gherardi, all’interno di questo partito, convivono due anime in netto contrasto tra di loro e che mai e poi mai si potranno incontrare, una nettamente democristiana, che non ha cambiato una virgola rispetto a quello che era il modo di fare di questo partito che tanto male ha fatto all’italia, e un’altra che dovrebbe essere comunista, ex ds, e che invece, per meri scopi elettoralistici, dimentica le proprie origini, facendo scelte discutibili! Ma dove si è visto mai un partito che si definisce di sinistra, fare le scelte che fa; non è concepibile che un partito di sinistra faccia quello che sta facendo, a tutti i livelli, come è possibile accettare, senza provare un minimo di vergogna, di far parte dell’Amministrazione Lombardo? Come è possibile che un candidato del centro sinistra a presidente della regione, annoveri tra i propri candidati un personaggio del PDL; come è possibile che un partito di sinistra appoggi incondizionatamente l’operato del governo Monti, quando l’azione di quest’ultimo sta colpendo le fasce più deboli della nostra società, lasciando intatti i grandi patrimoni, lo trovo sinceramente inconcepibile!!! Ci sentiamo traditi, non ci sentiamo rappresentati, quindi, il PD non è a un bivio, il Pd, la sua scelta l’ha fatta, ha scelto di schierarsi con i poteri forti, e, per chi come me ha creduto ciecamente nella diversità della sinistra, questo è stato e continua ad essere un grande pugno nello stomaco, e, quindi: INACCETTABILE!!! Questo non vuol dire che tutto è perduto, vuol dire soltanto, che una parte della sinistra, non è più di sinistra, e si schiera inequivocabilmente al centro del panorama politico. Questo cosa vuol dire, che non c’è più sinistra? Assolutamente no!! La sinistra c’è, è una sinistra che sta lottando con determinazione per affermare i valori sociali che con grande e immorale spregiudicatezza, il PD sta aiutando a distruggere. Mi auguro di vero cuore che forze come SEL non accettino di far parte di coalizioni che hanno al loro interno forze come l’UDC o come MPA. Scordia non è immune da questa mia personale e, forse per qualcuno, insignificante analisi; io non mollo, credo che ognuno di noi, abbia il diritto-dovere di occuparsi del proprio paese, sia in senso locale che nazionale, non concediamo attenuanti a nessuno, chi ha sbagliato, se ne deve andare, e questo vale sia per gli amministratori locali, che hanno fatto si che il nostro paese fosse ridotto ad una discarica a cielo aperto, sia a livello regionale che a livello nazionale, dove il governo, con una politica assolutamente di parte, ha fatto prevalere gli interessi dei poteri forti; dobbiamo avere solo la capacità di dire: BASTA!!!!!!!

]]>
Di: Francesco Gherardi http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44609 Sat, 08 Sep 2012 15:07:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44609 IL PD A UN BIVIO

Nel corso dell’ultimo anno in prospettiva elezioni politiche 2013, ho manifestato il mio pensiero
sullo scenario nazionale parlando di “PD al bivio”. E’ il tema che si pone già dalla famosa foto di Vasto che se non ricorso male era dell’estate 2011. Alla fine dell’estate 2012, quando mancano circa 7/8 mesi alle elezioni, il quadro sembra delinearsi. Dalla foto di Vasto (oggi forse sbiadita) si è infatti inserito il Governo Monti. Come tutti sanno IDV, SEL, Federazione sinistra, sono fortemente critici sulla politica economica del Governo dei professori. Il PD sotiene senza se e con pochi ma, il Governo Monti. Questo credo che sia un fatto politico fin troppo rilevante per potersi poi mettere assieme prima delle elezioni. Mi pare troppo poco credibile, litigare nell’ultimo anno e mezzo di legislatura (novembre  2011 – aprile 2013), salvo poi presentarsi assieme per le elezioni. Ma voglio andare oltre, il vero problema non sarebbe nemmeno il passato, MA IL FUTURO. Mettersi assieme per andare a fare che cosa? Quale politica economica ?

Il vero dilemma del PD è cosa farà da grande. Carmileddu docet o “Carrni o Pisci” Il PD è nato alla vigilia delle elezioni politiche 2008. In questi oltre 4 anni, nonostante il tracollo del PdL, non è riuscito a raccogliere voti e consenso. Il caso delle elezioni amministrative 2011 e 2012 (Parma, Palermo, Napoli e altri centri) sembra l’emblema. A fronte di una cocente sconfitta del centrodestra, a vincere non è la coalizione del PD, ma quella che impropriamente viene definita l’altra sinistra dove non c’è il PD. Evidentemente una parte che ha il cuore a sinistra non vota PD. La perdita di consenso elettorale PD è direttamente collegata a spinte neo-centriste del partito. Più il PD sembra spostarsi a centro più il PD sembra la brutta fotocopia del PdL,…… maggiore è l’erosione elettorale. Come dice Carmileddu spesso PD e PdL con e senza ELLE appaioni la stessa cosa. Questo è ancor più vero da quando c’è il Governo dei tecnici. Ripeto, quello che deve fare riflettere è il fatto che la perdita di consenso arriva quando il PdL si è squagliato. Quando Veltroni intraprese la sfida di unire DS e Margherita, evidentemente aveva l’ambizione di costruire un partito che andasse oltre la sommatoria dei due partiti. Era fine 2007, a distanza di anni, questa sfida non è stata raccolta dall’elettorato ex DS e Margherita. Oggi i Grillini del movimento 5 stelle vengono dati al 18%. Chissa di questo 18%, quanti sono gli ex elettori dei DS insoddisfatti. IDV è dato nelle intenzioni di voto al 7%, chissà quanto di questo è ex elettorato PD insoddisfatto.

E’ evidente che nel PD da almeno 2 anni convivono due anime che hanno linee strategiche diverse sul futuro della scena politica Italiana.
1) Prima anima. Mi è capitato spesso sentire Veltroni dire cose non molto diverse dagli esponenti del PdL sulla riforma del mercato del lavoro. Lo scorso anno Chiamparino, ex Sindaco di Torino, dire cose molto vicine alle tesi di Marchionne. Potrei continuare con gli esempi, ma penso di avere reso l’idea. All’interno del PD c’è una parte del partito che oltre a sostenere il Governo Monti senza se e senza ma, pensa che l’esperienza del Governo Monti debba andare oltre il 2013. Magari allearsi con un blocco di centro che veda protagonisti oltre che Casini i tanti esponenti del Governo tecnico che scenderanno in campo politico (Passera e altri). Pensano a un Governo che per fare ripartire questo paese debba:
– continuare le false liberalizzazioni e non rimuove le vere incrostazioni del paese;
– che mantenga una falsa patrimonialina piatta sulle seconde case (magari abitate dai figli);
– che pensa all’idea che per creare nuovo lavoro e opportunità, gli imprenditori devono sapere;  prima che possono licenziare senza se e senza ma;
– che se occorre fare una manovra straordinaria di finanza pubblica i soldi bisogna prenderli tra addizionali, accise e diavolerie del genere;
Pensano a una linea di politica economica che sembra la seguente: I poveri hanno poco e non hanno molto da dare, ma in cambio sono tanti.
2) All’interno del PD c’è un altra anima che vorrebbe rispolverare la vecchia foto di Vasto, e che spesse volte non ha accettato il si incondizionato al Governo Monti. Mi piace citarne uno, il responsabile economico Stefano Fassina. In fondo se una sia pure impercettibile miglioramento alla riforma del mercato del lavoro è stata fatta rispetto alla formulazione originaria del Governo è merito di questi deputati. Questa parte ritiene (al pari di IDV SEL Fed. Sinistra) che per fare ripartire il paese occorre un nuovo corso un “new deal” all’italiana per i prossimi 5 anni che al di là delle alchimie politiche pensa operativamente che:
– Bisogna eliminare e veri privilegi e le vere incrostazioni formatesi negli ultimi 30 anni in questo paese;
– che se necessario, bisogna fare una Patrimoniale vera che colpisca progressivamente la vera ricchezza e la rendita di questo paese;
– che il vero problema del mercato del lavoro non è l’articolo 18, ma il cuneo fiscale e previdenziale;
– che questo paese ha n° 3 METASTASI che si chiamano:
a) evasione ed elusione fiscale su livelli patologici;
c) corruzione e concussione nella Pubblica Amministrazione;
c) interessi sul debito pubblico girati indirettamente alle banche (vedasi maxi prestito della BCE);

Le due linee di Programma sono diametralmente opposte. Se nel PD prevarrà la prima linea, un  alleanza tipo foto Vasto mi sembra impossibile oltre che incompatibile. Non si può costruire un alleanza che da Casini e tecnici (Passera e altri) arrivi a Vendola. Vincere per andare a fare che cosa?  la prima o la seconda linea programmatica? Forse mi sbaglierò, ma il PD sembra andare verso una soluzione di continuità con l’attuale Governo dei tecnici.

F. Gherardi

]]>
Di: $18896975 http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44607 Sat, 08 Sep 2012 11:27:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44607  La congiura degli eguali.                                                                                                                  
E’ il PD che va’ a destra? ma sono domande da fare? Il
PD è un partito di destra:                                                                                                                                                                       1)
è il sostenitore più convinto del governo dei banchieri e delle Multinazionali,
e lo sostengono senza se e senza ma; ed infatti sono sostenitori senza se e
senza ma della cancellazione dell’art.18;                                                                                                                          2)
si sono schierati con Marchionne nella concezione schiavistica del lavoro;                                                                                                                                                                       3)
hanno indossato l’elmetto per partecipare alla guerra di aggressione
imperialista contro la Libia;                                                                                                                                                            4) da ipocriti furbacchioni
volevano impossessarsi della vittoria di Hollande;                                                                                                                                                                        5) e in ultimo, ma non ordine
di importanza, non hanno gioito della avanzata del fronte della sinistra in Grecia,
ma hanno gioito per l’affermazione delle destre che hanno causato lo sfacelo
della terra di omero.                        
                                                                                                                                                                         Il vero tema centrale riguarda la recessione che ha
colpito l’economia di tutta Europa (e sta ridimensionando anche il successo
tedesco). L’idea dei potenti d’Europa è che tagliare spese e salari aumenti la
competitività e porti a esportazioni e crescita; invece ha portato l’Europa a
scivolare in una nuova grande depressione. E’ indispensabile imparare le
lezioni degli anni trenta: rilanciare la domanda e avviare una redistribuzione
del reddito dai ricchi ai poveri, rovesciando le disuguaglianze record
raggiunte in Europa. Far ripartire la spesa pubblica “buona”, far crescere il
lavoro, i salari e i consumi, orientare gli investimenti verso uno sviluppo
sostenibile: un “Green New Deal” potrebbe essere la via d’uscita dalla
recessione di oggi. E’ Casini che va a sinistra o è il Pd che va a
destra? Quale che sia la risposta, una cosa è certa: il dado sembra ormai
tratto, con buona pace della foto di Vasto. Intanto sarebbe cosa buona e giusta
che “cu nun ni capiscia di palluni” non può pretendere di dettare la formazione
della Nazionale di Calcio, ciò nonostante siccome si è, nel caso nostro, pure
elettori, è giusto, prima di sbagliare a votare, chiedere furbescamente cosa
sta succedendo, come se non lo stiamo sperimentando ognuno sulla nostra pelle.
Lo sbaglio maggiore che si commette, in queste competizioni elettorali (locali
e nazionali), è quello di considerarle “Normali”, coccia cchiù, coccia menu,
voto più voto meno, mentre se si vuole che ci sia veramente una SVOLTA, che si
riesca a vedere un po’ di luce in fondo al tunnel, necessita che vengano
concepite straordinariamente, EPOCALI, qualcuno asserisce addirittura( e non
sbaglia) che avvenga una “Rivoluzione Copernicana”( vedi Palagonia), che siano
intese a mò di Referendum: “Destra o Sinistra, Pace o Guerra, Pubblico o
Privato ecc.), il dualismo che prepotentemente si è affacciato alla ribalta, di
cui Bobbio diceva che se ne era perso traccia. E’ chiaro che in caso contrario,
tutto resterà com’è, la macelleria sociale continuerà ad esserci e resterà
applicata quella che si suole , goliardicamente, chiamare, la legge del Menga(
e chi ce l’ha nel c…. se la tenga). A buon intenditore poche parole. Salutamu e
cacciamu….

]]>
Di: Giuseppe Fry Aristodemo http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44606 Fri, 07 Sep 2012 19:48:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44606 Beh caro Mariobalotelli9 se tu partito ti consideri un partito di CENTRO-SINISTRA devi avere ideali di CENTRO-SINISTRA e non dire semplicemente noi siamo di CENTRO-SINISTRA come il PD sta ormai facendo, sia a livello nazionale che a livello regionale, da un paio di anni a questa parte…

Saluti

]]>
Di: Mariobalotelli9 http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44605 Fri, 07 Sep 2012 11:26:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44605 Caro Eugenio Russo il mio era un timore senza dare le colpe all’una o all’altra parte. Non ho detto che è colpa di questo o di quello.
Sicuramente io di politica non ne capisco, ma pensavo che CENTRO-SINISTRA unito significa anche il PD, a meno che tu non consideri il PD un partito di destra. 
L’UDC non mi piace, ma non sei molto informato visto che l’UDC di Cuffaro e gli uomini di Cuffaro (Romano e altri) stanno nel PID (Popolari Italia di domani) alleati con pdL e la destra a sostegno di Musumeci. Anche alla provincia di Catania sono a sostegno della giunta Castiglione.Anche a livello nazionale c’era il PID di Romano ministro del governo Berlusconi.
Agnello 1 di ammucchiata non ne ha fatto. e’ andato il difficolta e alla fine non ha potuto governare perchè pur avendo stravinto come Sindaco, non aveva una maggioranza in consiglio comunale. Quindi era sotto ricatto tutti i giorni. Infatti è stato sfiduciato. Visto che come dici vivi la politica dovresti ricordare meglio di altri che non la vivono.
salutamu e cacciamu.

]]>
Di: Eugenio Russo http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44604 Fri, 07 Sep 2012 10:32:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44604 Caro Balotelli9 intanto ti devo correggere per quanto riguarda le elezioni regionali, il centro sinistra è unito, con un bella lista unitaria della sinistra (SEL FDS VERDI) con l’appoggio di IDV, Rita Borsellino e tanti altri… Se poi per te allearsi con l’UDC di Cuffaro è stare a sinistra penso e credo fermamente che di politica te ne intendi veramente poco, poi per quanto riguarda Scordia beh probabilmente non sarà unito il centro sinistra ma se nn la si vive la politica attiva non si posso bene comprendere le motivazioni, noi alle grandi ammucchiate pur di vincere e nn poter governare non ci stiamo (vedi amministrazione agnello 1) per il resto  Salutamu e cacciamu cit.

]]>
Di: Mariobalotelli9 http://www.scordia.info/primi-passi-verso-le-amministrative-2013/#comment-44603 Fri, 07 Sep 2012 08:07:00 +0000 http://www.scordia.info/?p=28005#comment-44603 Alla elezioni regionali il centro-sinistra è diviso. Fava e crocetta si dividono i voti tra loro e rischiano di fare vincere i pdL e le destre e il sottosegretario del governo berlusca(Musumeci).
Alle elezioni nazionale il centro-sinistra forse sarà diviso.
Alle elezioni comunali il centro-sinistra si presenterà forse diviso per mille ragioni. Per colpe che non mi interessa dire di chi sono. Ma scusate centro-sinistra in questo modo non fate il gioco delle destre? Volete vedere che consegneremo la regione e Scordia agli stessi signori degli ultimi anni, magari con nomi e simboli trasvestiti, MA SEMPRE GLI STESSI.

]]>